Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo (Ippocrate)

E...state in forma

Il Ministero della Salute propone un decalogo per l’alimentazione da condurre durante il periodo estivo. In questo periodo dell’anno possono determinarsi degli squilibri nutrizionali con un aumento delle calorie assunte a discapito dell’assunzione di nutrienti necessari al buon funzionamento dell’organismo. Ne sono un esempio cibi ma soprattutto bevande consumate in maggiore percentuale in questo periodo, che sono ricche in calorie ma poveri in nutrienti che andranno a fornire le cosiddette “calorie vuote”. Innanzitutto, è necessario ricordare, che durante l’estate il fabbisogno di calorie si riduce, quindi, una dieta più leggera rispetto all’inverno è sicuramente adatta! Il mio consiglio è quello di non rinunciare ad alcun alimento, piuttosto variare molto la dieta e limitare il consumo degli alimenti ad alta densità energetica come carni grasse, insaccati, formaggi e latticini, tra l’altro, poco digeribili in climi caldi. I legumi, che apportano proteine vegetali, possono essere consumati anche durante il periodo estivo. È importante, inoltre, utilizzare poco condimento. Per prevenire la disidratazione soprattutto in anziani e bambini è importante consumare alimenti , quali frutta e verdura di stagione, in modo da ottenere sia una buona idratazione, fondamentale in questo periodo viste le alte temperatura, sia l’assunzione di vitamine e minerali utili al corretto funzionamento dell’organismo.

Ma andiamo a vedere le 10 “regole” proposte del Ministero della Salute:

1. Rispettare quotidianamente il numero e gli orari dei pasti, soprattutto la prima colazione, che deve essere privilegiata rispetto agli altri pasti;

2. Aumentare il consumo di frutta e verdura di stagione e yogurt;

3. Preparare i piatti con fantasia, variando gli alimenti anche nei colori;

4. Moderare il consumo di piatti elaborati e ricchi di grassi;

5. Privilegiare cibi freschi, facilmente digeribili e ricchi in acqua e completare di metà giornata;

6. Consumare un gelato o un frullato può essere un’alternativa al pasto di metà giornata;

7. Evitare pasti completi con primo, secondo e contorno quando, durante soggiorni in albergo o in viaggio, è più facile che si consumi al ristorante sia il pranzo che la cena;

8. Consumare poco sale e preferire sale iodato;

9. Rispettare le modalità di conservazione del freddo;

10. Bere almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno.


Nessun Comento presente

Scrivi un commento

CAPTCHA Image   Reload Image
Inserisci il testo presente nell'immagine